Addio - 1933 (65x80cm)

Addio

Il dipinto si basa sul contrasto tra l’azzurro e il rosso. La madre ed il figlio hanno gli stessi capelli color giallo pallido. Il verde delle foglie dei fiori ed il viola del vestito materno si contrastano: qui ha inizio la pittura. L’azzurro – il colore dell’infinito, del forte desiderio per un sereno trapasso, che unisce la vita e la morte e permette alla madre di compiangere il figlio morto, il colore dell’aldilà che accoglierà anche lei. Il volto del bambino e contornato da un bordo bianco. Bianchi – privi di colore come la morte – sono anche gli occhi della madre, le palpebre chiuse del bambino, la ghirlanda e la sagomatura della camicia del defunto. La vita si è spenta, il bianco rappresenta la purezza del bambino, esaltando la morte. Il bianco negli occhi della madre si mescola col bianco di una pergola di vita in cui si riflette l’aldilà. Le labbra della madre sono rosse come la vita, mentre il bambino e senza bocca, è defunto.

 

Back to List