Donne silenziose - 1958 (95x115cm)

Donne silenziose

»Se uno si reca in una delle chiese intatte del villaggio o al cimitero di Dobrla vas (Erberndorf) per il primo novembre, oppure raggiunge la vetta del monte di S. Emma (Hemmaberg) in un giorno di festa dove si raduna la gente ed offre molte possibilità di motivi, si può scoprire senza difficoltà attraverso l'aneddoto e la folclore una grande forma, un evento senza tempo e un mistero pittoresco. Ogni volta ne vengo nuovamente attirato e soprattutto l'allegoria dell'antica paura umana, l'immagine della contadina che prega – è profonda, seria e piena di concentrazione. Spesso rimango a bocca aperta dalla meraviglia che questa grande forma arcaica e la concentrazione mitologica siano così reali, la realtà dei nostri giorni e niente che sarebbe stato giurato in passato o conservato in museo,« scrisse Berg nel suo lavoro »La nuova patria – la bassa Carinzia austriaca«. (Wahlheimat Unterkärnten).

 

Back to List